Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, Speranza: " Tra aprile e giugno triplo forniture vaccini". L'intrevento alla Camera | Diretta

  • a
  • a
  • a

Nelle prossime settimane l'Italia riceverà il triplo dei vaccini rispetto ai mesi scorsi. Lo ha detto durante l'intervento alla Camera dei deputati Roberto Speranza, ministro della Salute. Il rappresentante sta parlando della situazione dell'emergenza Covid: "Tra dicembre e marzo abbiamo ricevuto oltre 14 milioni di dosi di vaccini. Tra aprile e giugno ne riceveremo oltre il triplo. E' l'inizio di una fase differente". Lo ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza nella sua informativa urgente alla camera. "Il commissario Figliuolo, che ringrazio per il suo impegno, lavora a una stima di 45 milioni di dosi entro giugno", ha spiegato. 

 

Informativa del Ministro Speranza sulla campagna vaccinale

In corso in Aula l'informativa urgente del Ministro Roberto Speranza - Ministero della Salute in merito all'aggiornamento della campagna vaccinale

Pubblicato da Camera dei deputati su Giovedì 15 aprile 2021

 

Poi Speranza ha affrontato il tema delle paure legate al vaccino Astrazeneca dopo i vari cambi di rotta delle agenzie del farmaco nelle scorse settimane. "Astrazeneca è un vaccino efficace e sicuro, che sta salvando milioni di vite.Su 32 milioni di vaccinazioni e 222 segnalazioni di eventi avversi per il vaccino di Astrazeneca ci sono 82 eventi avversi di cui 18 fatali: è un fenomeno molto ridotto che non va sottovalutato, mantenendo alta la vigilanza. Ed i cambi di rotta nelle indicazioni del vaccino fanno parte di questa attenzione". Sul siero Johnson&Johnson ha aggiunto: "L'auspicio è che presto ci possano essere elementi di chiarezza che ci permettano di iniziare ad utilizzare un vaccino che sarà importante per la nostra campagna vaccinale, essendo monodose".

 

 

Il ministro non si è sottratto anche sulla questione delle polemiche che sono sorte nei giorni scorsi sui criteri da seguire per portare avanti la campagna vaccinale con la Regione Campania, per esempio, che ha manifestato la volontà di accantonare le priorità anagrafiche una volta messi in sicurezza gli over 80. "Il criterio anagrafico è stato strategico sin dal 2 dicembre e ora, anche alla luce dell'ordinanza di Figliuolo, tutte le Regioni devono attenersi a queste indicazioni", ha detto Speranza ai deputati. Poi le parole sulle tensioni nella maggioranza sulla politica da seguire per gestore l'emergenza: "A chi fa polemica in questi giorni continuo a dire che serve unità, unità, unità. Ci sono finalmente le condizioni per uscire da questa lunga tempesta,serve muoversi tutti con un rinnovato spirito di coesione nazionale come ci ha chiesto il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella nelle prossime settimane e ancora nei prossimi giorni e nelle sfide di ripartenza che arriveranno. Dobbiamo tenere ferma la rotta, dimostriamo ancora una volta sul campo la serietà del nostro paese".