Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vaccini, Figliuolo: "Con le dosi in arrivo riusciremo a riaprire l'Italia"

Il generale Francesco Paolo Figliuolo

  • a
  • a
  • a

Con le dosi di vaccino anti Covid che arriveranno in Italia nelle prossime settimane si potrà riaprire il Paese. Lo ha detto questa mattina, giovedì 15 aprile, il generale Francesco Paolo Figliuolo, commissario straordinario per l’emergenza Coronavirus, inaugurando ad Alba (Cuneo) il centro vaccinale allestito dalla Fondazione Ferrero. "L’organizzazione c’è, la macchina è stata messa a punto. E con le dosi in arrivo sono sicuro che porteremo a casa gli obiettivi, compreso quello di 500 mila dosi al giorno a fine aprile e riusciremo a riaprire il Paese. Conclusa vaccinazione degli over 70, faremo una revisione di tutto. Vogliamo aprire il Paese, e vaccinare chi lavora. Dobbiamo intercettare la ripresa economica".

 

 "All'inizio sapevo che non avevamo le dosi per arrivare al numero di vaccinati che volevo, avevo i contratti in mano. Ma il pensiero del presidente del Consiglio, il mio, il nostro, è sempre stato quello di fare pressioni ovunque possibile per fare arrivare le dosi e nel frattempo mettere a punto la macchina. Abbiamo fatto degli stress test e ora che le dosi stanno arrivando sono sicuro che porteremo a casa gli obiettivi. Ora dobbiamo vaccinare gli over 80 e i fragili, in parallelo stiamo facendo gli over 70. Appena gli over 70 saranno al sicuro ci sarà una revisione di tutto e con le dosi in arrivo riusciremo ad aprire il Paese", ha aggiunto il commissario straordinario.

 

"Questa è l'Italia unita: l'Arma dei carabinieri unitamente alle istituzioni locali, Asl e Regioni. È questo il senso del piano. L'Italia unita esce da questa pandemia. Qui ci sono 8 linee vaccinali che funzionano a pieno regime. Con nostri cittadini dalle 7 della mattina in fila per vaccinasi. In un ambiente confortevole e organizzatore alla perfezione". aveva dichiarato in precedenza, sempre in mattinata, a Moncalieri, nel Torinese, al centro vaccinale del comando 1° Reggimento carabinieri Piemonte.