Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Fuori dal coro, la vergogna delle mascherine pericolose: sono finite negli ospedali

  • a
  • a
  • a

"Le mascherine pericolose? Sono finite negli ospedali. E' assolutamente inaccettabile". Lo ha dichiarato Luciano Cifaldi, segretario Cisl dei medici del Lazio. Il servizio è andato in onda durante Fuori dal coro, il talk di Rete 4 condotto da Mario Giordano. "La cosa più grave - ha dichiarato Cifaldi intervistato da Marianna Canè - è che queste mascherine sono state distribuite agli operatori sanitari. Gli stessi operatori sanitari che hanno pagato un contributo altissimo in termine di mortalità". In tutta Italia sono avvenuti i sequestri dei dispositivi acquistati dalla struttura guidata dall'ex commissario Domenico Arcuri e poi consegnati ovunque. Le mascherine sono state distribuite negli ospedali, nelle aziende sanitarie e persino nelle strutture residenziali per gli anziani.

Durante il servizio di Fuori dal coro è stata intervistata anche Mimma Sternativo, sindacalista segretaria della Fials di Milano: "Siamo andati nei reparti Covid con quelle mascherine per mesi". Sono dodici i modelli considerati non all'altezza per un costo complessivo di 320 milioni. "Abbiamo continuato a inoltrare segnalazioni su queste mascherine - ha aggiunto Sternativo - Continuano a dirci che va tutto bene, poi però scopriamo che invece ne vengono ritirate 90mila in un ospedale o in un altro". Gli operatori sanitari del Lazio, già mesi fa avevano chiesto rassicurazioni su uno dei modelli che poi è finito nel lotto dei dispositivi sequestrati e il 21 gennaio era stato loro risposto  che quel dispositivo era convalidato dall'Inail.

Poche settimane dopo è scattato il sequestro perché quelle mascherine sono considerate pericolose. Ma Fuori dal coro ha voluto testare i dispositivi dal punto di vista tecnico, facendo emergere che lasciano passare il 30%, contro un tasso che di norma è del 6%. E' stato Marco Giangirolami, titolare del Laboratorio fonderia Mestieri, ad effettuare l'esame: "Sono sconvolto - ha dichiarato - questa roba qua deve sparire al volo. Non deve andare nemmeno in mano alla popolazione civile".