Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Domenica In, Bassetti: "Utilizzare il monoclonale, ottimi risultati contro il Covid"

  • a
  • a
  • a

"Io non capisco perché in molte regioni non venga utilizzato l'anticorpo monoclonale". Lo ha dichiarato Matteo Bassetti, direttore di Malattie Infettive dell'Ospedale San Martino di Genova, durante la puntata di Domenica In di oggi, domenica 11 aprile. Quando Mara Venier ha chiesto quale è la situazione in Liguria, Bassetti ha spiegato che il miglioramento in questi ultimi giorni è stato netto e a suo avviso è fondamentale utilizzare proprio il monoclonale che si è rivelato molto buono e sicuramente utile. Bassetti ha spiegato che almeno ottanta pazienti sono stati trattati in questa maniera. Ovviamente occorre una importante collaborazione con i medici di famiglia che devono inviare il contagiato in ospedale direttamente nella prima fase. Bassetti ha spiegato che i pazienti sono stati trattati, poi mandati a casa e non hanno dato alcun problema. "Io non capisco - ha sottolineato Bassetti - per quale motivo non tutti utilizzano i monoclonali che sono disponibili". Ha inoltre spiegato che presto saranno numerosi i monolocali disponibili, anche italiani.

Nei giorni scorsi, Bassetti aveva parlato anche del vaccino realizzato da Johnson&Johnson. A suo avviso è perfetto per le persone più giovani, quelle che sono nella fascia tra i 30 e i 65 anni: "Sarà il vaccino per le grandissime immunità - ha spiegato - ed è del tipo AstraZeneca, batteriovirale". Come al solito non era mancata la sua polemica: "Quando è uscito il Pfizer i detrattori dicevano che avrebbero aspettato un vaccino normale come l'AstraZeneca, adesso tutti vogliono il Pfizer. Noi italiani siamo strani". 

A proposito dei monoclonali, nei giorni scorsi a ricevere il farmaco era stato un ragazzo di 15 anni all’ospedale pediatrico Giovanni XXIII di Bari. Era la prima volta che veniva somministrata la terapia a un minore. Il quindicenne aveva contratto il Covid pochi giorni prima e aveva febbre e mal di testa. Tutta la famiglia era stata contagiata e la madre era ricoverata. Il medico di famiglia, preoccupato che potesse peggiorare, ha segnalato il paziente al Policlinico che ha proceduto alla somministrazione degli anticorpi.