Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, Salvini dopo l'incontro con Draghi: "Entro aprile riaperture possibili in sei regioni"

  • a
  • a
  • a

È terminato poco prima delle 17 dell'8 aprile l’incontro del segretario della Lega Matteo Salvini con il premier Mario Draghi sulle possibili riaperture entro il mese di aprile nei territori dove la situazione della diffusione del virus andrà migliorando. Salvini ha parlato di "incontro utile e costruttivo" e ha spiegato di aver condiviso con il presidente la convinzione che ci sono "almeno sei Regioni dove si potrebbe aprire già ad aprile". Il segretario ha anche sottolineato la necessità di un decreto imponente con 50 miliardi di ristori. "Se per qualche ministro esiste solo il rosso è un problema politico", ha detto Salvini riferendosi, nemmeno troppo velatamente, a Roberto Speranza alla guida del dicastero della Salute. 

 

 

"E' un dovere riaprire la seconda metà di aprile, se i dati lo permetteranno. Non si può stare in rosso a vita", ha detto il leader leghista.  Vorrebbe un altro ministro della Salute? "No, non dico niente", ha tagliato corto Salvini cercando di smorzare comunque i toni verso Speranza per cercare di non alimentare altre tensioni all'interno della maggioranza.

 

 

Intanto per quanto riguarda i ristori sono partiti gli ordinativi di pagamento delle prime 600 mila istanze presentate sulla piattaforma dell'Agenzia delle Entrate per un importo complessivo di 1.907.992.796 euro a favore delle imprese destinatarie dei sostegni che hanno presentato la domanda entro la mezzanotte del 5 aprile 2021.  I contribuenti coinvolti vedranno accreditarsi le somme direttamente sul conto corrente indicato nella domanda oppure potranno usare l'importo riconosciuto in compensazione. La richiesta di credito di imposta riguarda 10mila contribuenti. In dieci giorni, "dal 30 marzo, giorno dell'apertura del canale telematico dell'Agenzia delle Entrate, ad oggi sono circa un milione le domande del contributo a fondo perduto inviate con l'apposita piattaforma informatica delle Entrate gestita con il partner tecnologico Sogei". Lo comunica l'Agenzia delle Entrate. Sul totale dei richiedenti, quasi 100 mila svolgono la loro attività in Lombardia, seguono la Campania con 70.534 operatori, il Lazio (68.697), la Puglia (45.926), la Toscana (42.141), la Sicilia (41.763), il Veneto (40.620).