Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, Sileri: "Riaperture tra 20 aprile e 15 maggio, possiamo pensare a una scaletta"

  • a
  • a
  • a

Quando si riapre? Non prima del 20 aprile. Ma subito dopo si potrà ipotizzare una scaletta. Almeno stando a quanto dice il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri. "Credo che tra il 20 aprile e il 15 maggio una scaletta di riaperture sia verosimile".  ha detto ai microfoni della trasmissione L'Italia s'è desta' su Radio Cusano Campus gioved' 8 aprile.

"Io - ha spiegato - sono un aperturista con giudizio, il giudizio sono i numeri. Non c'è una data, c'è però la necessità di fare una road map di aperture. L'R0 scende lievemente, io credo che nelle prossime settimane continuerà a scendere in maniera più decisa. Inoltre abbiamo protetto il personale sanitario e molti anziani. Accadrà che nell'ultima decade di aprile diventeranno più chiari i dati che oggi iniziamo a vedere. Il calo dei ricoveri e delle terapie intensive sarà più deciso, non credo il numero dei casi perché il virus continuerà a circolare tra le fasce più giovani non ancora protette, ma questo non comporterà casi di malattia grave".

 

Poi il sottosegretario ha azzardato anche una specie di percorso temporale per cercare di tornare a vivere. "Dobbiamo 'copiare' il Regno Unito, mutuando la loro esperienza e dare una tempistica sulla base di quello che hanno fatto loro. Poiché come Europa siamo partiti un po' in ritardo, possiamo ipotizzare riaperture un mese e mezzo dopo Gran Bretagna e Usa", ha concluso. "La volontà da parte del governo è di avere delle riaperture anticipate qualora i dati epidemiologici lo permetteranno e quindi stiamo facendo questo tipo di valutazione e questo tipo di valutazione deve essere diversificata tra settori e operatori". Lo ha detto il ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti confermando ormai quella che è la linea del governo per le prossime settimane: valutare attentamente i dati prima di allentare le misure restrittive.