Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Maturità, curriculum dello studente decisivo. Vale anche per le scelte nel colloquio

  • a
  • a
  • a

Cambia qualcosa nella Maturità 2021? Di sicuro grande attenzione dovrà essere posta nel Curriculum dello studente. E' orizzontescuola.it che entra nel dettaglio e spiega che il documento è diviso in tre parti: Istruzione e formazione, Certificazioni, Attività extrascolastiche e che entrerà in vigore proprio con i prossimi esami di stato 2020/2021 del secondo ciclo. Il portale specializzato nel mondo della scuola spiega che "il ministero ha diffuso il modello e fornito indicazioni alle scuole. Ad essere interessati naturalmente gli studenti, ma anche i docenti e le segreterie scolastiche che si occupano degli adempimenti per i prossimi esami".

Di fatto il curriculum è stato pensato per raccogliere le esperienze che sono state svolte nel percorso formativo da ciascuno studente "dalle certificazioni linguistiche alle attività extrascolastiche quali ad esempio  quelle culturali, musicali, sportive, artistiche e di volontariato affinché possano essere valorizzate all’interno dello stesso Esame, nella stesura dell’elaborato, con cui si apre la prova, e nel corso del colloquio". Il portale spiega inoltre che il Curriculum può essere importante anche "nella predisposizione e nell’assegnazione dei materiali da sottoporre ai candidati, effettuate dalla sottocommissione tenendo conto del percorso didattico effettivamente svolto e con riguardo anche alle iniziative di individualizzazione e personalizzazione eventualmente intraprese nel percorso di studi".

Ovviamente viene consigliato agli studenti di prestare grande attenzione proprio nella stesura del curriculum e di farlo magari con l'eventuale guida degli insegnanti in modo tale che possa diventare un vero e proprio strumento di riferimento proprio per la commissione. Ovviamente cresce l'attesa per l'esame di un anno scolastico che come quello passato è stato molto particolare per gli studenti. Le prossime settimane saranno decisive da tutti i punti di vista, ovviamente nella speranza che nel 2021-22 la situazione sia completamente diversa e finalmente i ragazzi possano tornare a seguire le lezioni nelle loro aule scolastiche per tutto l'anno.