Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, Massimo Galli vede la fine: "In questo week end tocchiamo il picco". Ma c'è una paura

  • a
  • a
  • a

Covid, ondata tremenda. Ma quando torneremo il picco, ci auguriamo l'ultimo di questo incubo che dura da più di un anno chiamato Coronavirus? La risposta, come sempre diretta e schietta (pure chiara), l'ha data Massimo Galli in tv, stasera martedì 6 aprile.

 

 

Nel corso di Cartabianca su Rai3, l'infettivologo ha detto che "Verso la fine di questa settimana sapremo se abbiamo toccato il picco. Speriamo che sia così. Purtroppo, i dati di queste feste pasquali hanno creato dei punti di sospensione". Galli, nel corso del programma condotto da Bianca Berlinguer, ha spiegato che "bisogna mantenere la fiducia" parlando dell’andamento del piano vaccinale.

 

 

E a proposito di vaccini, l'esperto che già si era pronunciato nei giorni scorsi sugli stop ad Astrazeneca, ha spiegato. "Dal punto di vista comunicativo la frittata su AstraZeneca è stata fatta. Ho disperatamente cercato dei numeri su cui appigliarmi per un giudizio. Ma di dati non ce ne sono da nessuna parte. Gli inglesi hanno dichiarato 3,7 casi di trombosi per un milione di vaccinati. In Germania 31 casi su 2,7 milioni di persone. Su chi viene vaccinato ci sono ogni giorni infarti, emorragie cerebrali. Tutto quello che succede quotidianamente nella vita, a prescindere dal vaccino. Ogni giorno qualcuno muore per qualcosa. Senza numeri chiari non c’è una certezza."

Ancora sulle vaccinazioni in relazione alle criticità, Galli ha affermato che "La scelta fondamentale da fare era evitare che si riempissero le rianimazioni vaccinando le persone fragili nel modo più veloce possibile. Il sistema sta partendo ora. Voglio essere ottimista, ma potremmo andare avanti per tutta la sera a raccontare tristi episodi e insufficienze. Bisogna fare tesoro di queste lezioni. Le possibilità di aperture vanno programmate in relazione agli obiettivi raggiunti e alle vaccinazioni fatte".