Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

DiMartedì, Speranza: "Il vaccino è l'unica strada per combattere il virus. Le polemiche? Penso alla salute degli italiani"

  • a
  • a
  • a

"Io ho giurato sulla costituzione e devo rispondere alla nostra carta dove il diritto alla salute è considerato fondamentale. Sbaglia chi fa politica cercando di utilizzare politicamente l'epidemia che invece dovrebbe unire l'Italia. La campagna di vaccinazione presto consentirà di dare un futuro diverso al nostro Paese. Continuerò a seguire questa linea, senza entrare nelle polemiche".  Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, durante il programma DiMartedì, in onda su La7, rispondendo al conduttore Giovanni Floris che gli ha fatto notare le critiche del centrodestra che ha chiesto le sue dimissioni.

Speranza ha inoltre fatto notare che "raccattare voti con la sanità a mio avviso non ha proprio alcun senso. E' forse rosso Macron in Francia? Oppure è rossa la Merkel in Germania? La lotta al virus non è una questione politica. In questa fase occorre credere alle istituzioni e in un momento così difficile è sempre importante l'unità". Sull'accelerazione della campagna di vaccinazione Speranza ha dato ulteriori garanzie ed ha spiegato che "non c'è dubbio che dobbiamo velocizzare e lo stiamo facendo". "Ora - ha aggiunto il ministro - finalmente avremo più dosi e più professionisti al lavoro, visto che abbiamo sottoscritto diversi accordi negli ultimi giorni. Ci sono tanti operatori che ci possono dare una mano. Ci sono le persone che possono garantire l'accelerazione di cui abbiamo bisogno. E ci saranno più farmaci: la vaccinazione è l'unica strada".

Floris gli ha fatto anche notare le recenti polemiche sulle restrizioni di Pasqua. La replica: "Tutte le scelte che abbiamo fatto hanno come obiettivo difendere la salute. Abbiamo detto sempre che non è il momento dei viaggi. Oramai non abbiamo davanti anni di difficoltà, ma solo settimane: presto vedremo risultati. Il diritto alla salute è la cosa più importante che c'è". Speranza ha risposto anche sul caso Astrazeneca: "Dobbiamo fidarci delle istituzioni che sono fatte di scienziati e professionisti che hanno dedicato alla loro vita alla ricerca. Mi fido dell'Ema e dell'Aifa, ma non dimentichiamo mai che il vaccino è l'unica strada per combattere questa pandemia". Clicca qui per ascoltare l'intervento di Speranza.