Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, Renzi: "Mia moglie positiva dopo il vaccino. Io e mio figlio in albergo a Pasqua"

  • a
  • a
  • a

Matteo Renzi, leader di Italia Viva, intervistato a "L’Aria che tira", su La7, ha detto che la moglie è risultata positiva al Covid dopo la prima dose di vaccino. "Come molte famiglie abbiamo avuto un problema di quarantena. Prima lo ha preso il mio secondo figlio Emanuele, che ha 18 anni, quindi sono andate in isolamento Agnese ed Ester e io e Francesco, il grande, eravamo fuori. Poi l’ha preso Agnese, naturalmente è già pronta domani per fare lezione, da professoressa era già vaccinata. Io non sono vaccinato, Agnese aveva fatto AstraZeneca", ha spiegato  Matteo Renzi,

 

 

 "Ragionevolmente - ha spiegato ancora il leader di Italia Viva - i dati dicono questo, ha meno sintomi quindi è possibile immaginare che ove uno rifiutasse il vaccino sarebbe peggio. Avvertiamo la responsabilità di dire con chiarezza che si può prendere il Covid e anche dopo il vaccino ma questo non vuol dire che il messaggio non sia vacciniamoci vacciniamoci vacciniamoci. Io e mio figlio grande - ha continuato - abbiamo dormito in albergo a Firenze, a un certo punto siamo andati a trovarli, noi in giardino e loro in terrazza, rispettando le regole. Abbiamo vissuto come tutte tante altre famiglie una situazione di qualche disagio, fortunatamente nessuno in ospedale e nessuno è stato male". 

"Il Nazareno ha detto che è stato un incontro franco e cordiale, io sono d’accordo", ha affermato  il leader di Italia Viva, Matteo  Renzi, ospite de "L’Aria che tira", su La7, rispondendo a una domanda sull’incontro con il segretario del Pd Enrico Letta.

 

 

"Oggi Letta mi sembra che abbia una postura diversa (rispetto ai leader del passato). Letta non vuole un Pd subalterno ai 5 Stelle, ma bisogna capire cosa vuol dire fare accordo coi 5 Stelle. Sono molto cambiati, io penso che siano molto divisi, quasi più del Pd e di tutti noi. Nella mia scala di interesse sta tra il -7 e il -9, per essere chiaro", ha aggiunto Matteo  Renzi. Letta - ha aggiunto - è un uomo intelligente, sta diventando il capo di un partito che dice ’noi vogliamo fare l’alleanza strategica' io gli ho detto noi no. Però se intanto su alcuni temi riusciamo andare d’accordo evviva, non c’è nessun elemento di discussione personale che impedisca il riconoscersi, il parlarsi."

GUARDA IL VIDEO