Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Oristano, vaccinate le suore di clausura. Esplode la polemica: "Siamo nella Repubblica delle Banane"

  • a
  • a
  • a

Le polemiche sulle vaccinazioni anti Covid non risparmiano alcuno. E travolgono persino le suore di clausura di Oristano. La somministrazione del farmaco scatena un duro contrasto e finisce addirittura con il diventare un caso politico. La vaccinazione è stata già conclusa con l'inoculazione di entrambe le dosi: una notizia che ha suscitato clamore, vista la lentezza con cui procedono le iniezioni in Sardegna e considerato che le suore non sono tutte anziane. Sui social tante contestazioni, proprio per la tempistica con cui sta marciando l'immunizzazione nell'isola e incentrate sul tipo di vita che conducono le suore e che le espone a rischi sicuramente minori rispetto a molte categorie di lavoratori, considerato che le religiose hanno pochi contatti con l'esterno.

A criticare la scelta è stato anche Pierfranco Devias degli indipendentisti di Liberu: "Sì, va bene, bisogna vaccinare tutti. Ma un gruppo di donne che scelgono di vivere in clausura magari le vacciniamo dopo, no? - dice Devias - No. Perché nella repubblica delle banane pensano che anche i virus osservino le priorità in base alle sfere di potere. Colgo l'occasione per mandare un fraterno abbraccio solidale alle migliaia di lavoratori dei supermercati, tra cui alcuni col diabete o l'asma, che ogni giorno per uno stipendio da fame sono costretti a stare a contatto con decine di migliaia di persone. Tenete duro".

Ovviamente sono fioccate nette prese di posizioni molto critiche sulla scelta di procedere alla vaccinazione delle suore di clausura che chiuse nel loro convento non ci sono soltanto ora per via delle restrizioni anti Covid, ma anche in assenza della pandemia, per la scelta di vita che hanno fatto. E' soltanto l'ennesimo caso sulle vaccinazioni a suscitare polemiche, dopo quelli delle categorie considerate privilegiate, degli infiltrati (soprattutto nelle regioni del sud, in particolare in Sicilia) e la vicenda che ha coinvolto il giornalista Andrea Scanzi.