Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Piazzapulita, Selvaggia Lucarelli: "Vaccino obbligatorio. Riaprire i ristoranti? Rischiamo di fare cento passi indietro"

  • a
  • a
  • a

"Io sono assolutamente favorevole all'obbligo vaccinale e sono dell'idea che si sia aspettato troppo". Lo ha detto senza peli sulla lingua Selvaggia Lucarelli nel corso della puntata di Piazzapulita dell'1 aprile. Intervistata dal conduttore Corrado Formigli, la giornalista e scrittrice nel talk di La7 non ci è andata affatto leggera: "Dovevamo farlo prima". Ammette di essere per il pugno duro e Formigli le fa notare che c'è gente che sostiene che è sbagliato combattere la paura e lo scetticismo del vaccino con gli obblighi.

Lei replica: "Ho visto che anche voi avete preso questa linea più delicata". E Formigli nega: "No, no. Io personalmente no, sono dall'altra parte. Io sono ancora più duro, ma sento persone che la pensano così". Lucarelli sottolinea che c'è omertà da parte di chi teme il vaccino e che invece "sarebbe interessante conoscere il perché della paura. Capire quali sono le ragioni per le quali c'è questa ostinazione nel non volersi vaccinare. Questo silenzio è un silenzio pesante: sono risposte che queste persone devono". (Clicca qui per ascoltare le dichiarazioni di Selvaggia Lucarelli, prima parte).

Ma Selvaggia Lucarelli commenta con decisione anche la vicenda dei ristoratori che vorrebbero riaprire i loro locali: “Una parte politica li fomenta particolarmente - spiega - Ma c’è un cortocircuito: possiamo anche riaprire tutto se però in questo momento abbiamo fatto dieci passi in avanti, riapriamo tutto e in due settimane siamo poi costretti a fare cento passi indietro. Possiamo anche riaprire ma impatterà sulla campagna vaccinale e saremo costretti poi a chiudere di nuovo". Corrado Formigli tra l'altro sottolinea che in questa fase della pandemia, in Italia è diffusa la variante inglese che si trasmette più facilmente e che quindi i rischi sono maggiori, anche perché è più letale. (Clicca qui per il video della seconda parte dell'intervento di Selvaggia Lucarelli).