Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Non è l'Arena, Albertosi: "Senza vaccino non esco di casa. Ho paura di morire"

  • a
  • a
  • a

"Non mi hanno fatto ancora il vaccino e sono inc****to nero. Ho 82 anni, sono cardiopatico, ho un rene solo e sto ancora aspettando il farmaco". Durissimo Ricky Albertosi che interviene nel corso di Non è l'Arena. La trasmissione condotta da Massimo Giletti sul La7, domenica 28 marzo, ha puntato il dito anche contro il sistema vaccinale della Toscana oltre che su quello della Lombardia. Toscana che nei confronti degli anziani sta accusando più di un problema, visto che sono pochi gli over 80 a cui il farmaco è stato somministrato. In compenso sono state vaccinate persone molto più giovani di categorie particolari, come è accaduto per numerosi avvocati.

Ma il governatore Eugenio Giani spiega: "I nonni in quella fase non potevano essere vaccinati con Astrazeneca. Se abbiamo commesso errori? Può capitare di sbagliare". Il sottosegretario alla salute, Pierpaolo Sileri, fa notare che la politica di inoculare Astrazeneca ai soggetti più giovani, sotto alcuni punti di vista è stata giusta, come ad esempio è accaduto per il personale della scuola su cui la Toscana è molto avanti. Certo andrebbe capito meglio come sono state scelte quelle categorie.

Ricky Albertosi spiega ancora: "Il mio medico riceve un flacone a settimana e può vaccinare sei persone. Ha 150 pazienti con oltre 80 anni. E' partito da quelli che hanno 100 anni e sta andando a ritroso, ma se andiamo avanti così io prima dell'estate non sarò vaccinato. E' un anno che non esco di casa. Ho paura, perché con le patologie che ho se prendo il virus muoio". Giletti: "Ricky che speranze ti danno?". E l'ex portiere: "Devo solo aspettare, il mio medico non può far niente se non gli arrivano i flaconi. Ma mia figlia e mio genero che sono molto più giovani sono stati già vaccinati". L'intervento di Ricky Albertosi durante il programma di Non è l'Arena di domenica 28 marzo