Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Non è l'Arena, Giletti sulla gestione vaccino: "Aifa non risponde. Come Casamonica"

  • a
  • a
  • a

"Era stato detto che nella gestione dei vaccini avrebbe deciso la scienza, ma l'impressione è che invece su questa vicenda di scienza ci sia davvero poco. Forse sono state scelte politiche, probabilmente emotive. Siamo governati in maniera emotiva e nella lotta ad una pandemia non può essere così".

Lo ha detto Massimo Giletti, conduttore di Non è l'Arena, durante la puntata di domenica 28 marzo. Giletti ha iniziato il programma parlando del caos che nei giorni scorsi ha condizionato la campagna vaccinale. Ha ricostruito quanto è accaduto in particolare nei confronti del vaccino Astrazeneca. Prima è stata fissata un'età delle persone a cui il farmaco poteva essere somministrato, poi quell'età è stata cambiata, di seguito lo stop del vaccino per alcuni giorni.

Nella trasmissione sono state messe in dubbio le scelte dell'Agenzia Aifa che tra l'altro preferisce non replicare al programma di La7. Giletti durissimo e replica con quella che definisce una provocazione: "Come Casamonica". Nel corso del dibattito è stato ipotizzato che tra le aziende che stanno realizzando i vaccini già autorizzati, ci sia una vera e propria battaglia politica che forse Astrazeneca in parte abbia dovuto subire. Durissimo sull'argomento è stato anche Luca Telese che ha attaccato direttamente: "Pfizer costa di più, ha condizioni di conservazione più sconvenienti, ma ha mercato proprio grazie agli stop imposti ad Astrazeneca". Clicca qui per ascoltare l'intervento di Luca Telese

Anche Pierpaolo Sileri, sottosegretario alla salute, è stato protagonista di un intervento che fa riflettere in relazione al periodo in cui era stato stabilito che il vaccino Astrazeneca poteva essere somministrato soltanto alle persone con una età inferiore ai 55 anni: "E' stato un termine troppo restrittivo e ha creato il problema delle vaccinazioni parallele nelle diverse regioni". Su questo aspetto Sileri inviò una mail al direttore generale di Aifa il primo febbraio. Clicca qui per ascoltare l'intervento del sottosegretario Pierpaolo Sileri