Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Brunetta: "Prossima settimana sblocco concorsi pubblici sospesi in decreto Covid"

  • a
  • a
  • a

Il ministro per la pubblica amministrazione, Renato Brunetta, ha assicurato che "la prossima settimana sbloccheremo al 99,9 per cento i concorsi bloccati causa Covid per i vincoli messi dal Cts". Brunetta ne ha parlato nel corso della conferenza stampa con il ministro per il Sud Mara Carfagna.

 

"Con il prossimo decreto Covid, la prossima settimana, metteremo una norma per lo sblocco di concorsi in sicurezza". La iniziativa riguarda "decine di migliaia di posti già banditi. Domani avremo un incontro con il Cts per trovare una soluzione per i concorsi in sicurezza del problema sono migliaia e migliaia di persone che hanno grandi aspettative", ha detto. "Grazie alla tempestività del ministro Brunetta abbiamo trovato la strada per sbloccare il concorsone campano. C’è il via libera atteso non solo dai partecipanti al concorso ma anche dalle tante amministrazioni che aspettano di beneficiare del concorso", ha aggiunto la ministra Mara Carfagna. Poi nuovo passo in avanti di Brunetta sulle politiche per il mezzogiorno: "Entro l’uno o il 2 di aprile parte il bando per l’assunzione di 2.800 tecnici nel Mezzogiorno. Si tratta di 2.800 ragazzi preparati che andranno a rafforzare le amministrazioni del Sud. Se questo funziona, come penso, lo applicheremo per dieci, o per cento" per ringiovanire la pubblica amministrazione, ha concluso il ministro.

 

In mattinata Brunetta aveva presentato in Conferenza Unificata Stato-Regioni-enti locali il Patto per l’innovazione del lavoro pubblico e la coesione sociale siglato il 10 marzo a Palazzo Chigi tra Governo e sindacati. "La coesione sociale è indispensabile per il cambiamento e l’innovazione della Pa», ha sottolineato il ministro. «Il rinnovo contrattuale 2019-2021 con le risorse già individuate nelle leggi di bilancio approvate dai precedenti governi è un passaggio fondamentale per accompagnare la riforma della Pubblica amministrazione. Abbiamo già trasmesso al Mef e ai comitati di settore l’atto di indirizzo per avviare la tornata contrattuale. Contrariamente a quanto avveniva nel passato, si potranno avviare presso l’Aran più tavoli di trattativa contemporaneamente", ha detto.