Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, Sileri: "Asili nido negli ospedali per pazienti e medici"

  • a
  • a
  • a

Covid, secondo il sottosegretario alla salute, Pierpaolo Sileri, "servono asili nido negli ospedali per aiutare medici, infermieri ma anche i pazienti". Questa l'affermazione dell'esponente di governo in quota Movimento 5 Stelle, ospite di Maria Latella al Caffè della domenica su Radio 24.

 

"È possibile che non si riesca a creare all’interno degli ospedali una struttura in grado di accogliere i figli dei dipendenti e anche di coloro che si recano per fare una visita, un controllo, una chemioterapia? All’estero è una costante", ha aggiunto. Sileri ha ribadito anche che "per la fine dell’estate credo che sarà completata la campagna di vaccinazione per coloro che desiderano vaccinarsi a patto che non vengano fuori delle varianti che eludono i vaccini esistenti. Da metà aprile ci sarà un’esplosione del numero di vaccini che arrivano e che potranno quindi essere somministrati", ha spiegato a Maria Latella.

 

Poi l'ex vice ministro è intervenuto anche sul caos nelle prenotazioni dei vaccini avvenuto ieri in Lombardia, dove molte persone non hanno ricevuto l'sms di conferma e non si sono quindi presentate agli appuntamenti. "Non è possibile che una piattaforma dedicata alla vaccinazione non abbia funzionato considerato che ci sono mesi di lavoro dietro. Non è possibile avere 21 sistemi sanitari regionali che vanno in ordine sparso, come è possibile che non si possa arrivare ad avere una piattaforma unica in tempi rapidissimi?", ha aggiunto Sileri sottolineando che in settimana si sentirà con Guido Bertolaso e Letizia Moratti. L'obiettivo dichiarato del governo, in primo luogo dla premier Mario Draghi, è quello di accelerare la campagna vaccinale, evitando disguidi, così da realizzare quella barriera contro il virus che è elemento essenziale per limitare il propagare del Covid e delle sue varianti. Questa settimana, inoltre, è atteso il picco della terza ondata, che nel mese di aprile poi dovrebbe iniziare a registrare un calo nel numero dei nuovi contagi.