Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, rivoluzione Cts: membri ridotti a dodici. Locatelli coordinatore

  • a
  • a
  • a

Rivoluzione per il Cts, il Comitato tecnico scientifico, considerato fondamentale nell'azione contro il Covid 19. Sarà composto da dodici membri che verranno coordinati dal presidente del Consiglio superiore della sanità, Franco Locatelli. Oltre a lui ne faranno parte Silvio Brusaferro (che sarà il portavoce e quindi curerà i rapporti con l'esterno), Sergio Fiorentino (segretario), Giuseppe Ippolito, Cinzia Caporale, Giorgio Palù, Giovanni Rezza, Fabio Ciciliano, Sergio Abrignani, Alessia Melegaro, Alberto Giovanni Gerli e infine Donato Greco. Agostino Miozzo, precedente coordinatore del Cts, è passato al ministero dell'Istruzione. 

La decisione di rinnovare il Cts è stata presa in considerazione della nuova fase dell'emergenza e soprattutto della "accelerazione delle attività inerenti al nuovo piano vaccinale", che hanno reso necessario "razionalizzare le attività del Cts, al fine di ottimizzarne il funzionamento anche mediante la riduzione del numero dei componenti". Nel nuovo Comitato saranno dunque presenti non solo "appartenenti al campo scientifico-sanitario" ma anche esperti del "mondo statistico, matematico-previsionale o ad altri campi utili a definire il quadro della situazione epidemiologica e ad effettuare l'analisi dei dati raccolti necessaria ad approntare le misure di contrasto alla pandemia". In sostanza l'obiettivo è quello di avere un Cts che sia più agile e veloce e quindi cercare di ridurre in maniera drastica anche l'aspetto burocratico. Ai precedenti componenti del Cts va il ringraziamento del capo dipartimento della Protezione Civile "per l'importante lavoro fin qui svolto".

Le prossime settimane sono considerate fondamentali nell'azione per cercare di contenere al massimo la diffusione del Covid 19 e lavorare per arrivare alla tanto sognata immunità di gregge. Da quando si è insediato il nuovo governo guidato da Mario Draghi, sono stati velocemente cambiati quasi tutti gli uomini di riferimento dei settori considerati strategici. A partire dal commissario straordinario per l'emergenza Covid. E' stato il generale Francesco Paolo Figliuolo a prendere il posto di Domenico Arcuri. Ora la rivoluzione del Cts.