Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Non solo Covid, immigrazione e allarme sfratti

  • a
  • a
  • a

Fuori dal coro torna stasera, 16 marzo, su Rete 4 a partire dalle ore 21.15. Il conduttore Mario Giordano intervisterà la leader di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni. Al centro del faccia a faccia i temi di stretta attualità: le nuove restrizioni, le chiusure fino a Pasqua, il problema dei vaccini, i cittadini alle prese con gli sfratti. Nel corso della trasmissione si tornerà ad affrontare l'inchiesta sulle mascherine pericolose ancora in vendita in Italia. Con il dottor Andrea Mangiagalli la trasmissione torna a dare spazio al tema delle cure domiciliari e ai progressi del protocollo per il controllo del Covid 19 evitando accessi in pronto soccorso e ospedale.

Inoltre, con il commento del professor Silvio Garattini, presidente dell’Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri, un’analisi del nuovo piano vaccinale presentato dal nuovo commissario all’Emergenza Covid 19, il generale Francesco Paolo Figliuolo, e della questione relativa ai vaccini AstraZeneca, in particolare ai presunti effetti avversi letali segnalati in queste settimane di somministrazione. Ma non solo Covid e vaccino. Nel corso della puntata di questa sera ampio approfondimento sull'occupazione delle case private e il tema degli sfratti vietati. Una coppia di Brescia solo grazie a Fuori dal coro ha trovato una soluzione al proprio problema.

Inoltre si torna a dibattere anche della questione immigrazione: gli sbarchi proseguono anche durante il periodo della pandemia e nonostante le restrizioni e le difficolta di integrazione dei migranti sul territorio italiano. Un problema che continua ad essere irrisolto e che sarà sicuramente dovrà essere al centro dell'azione del nuovo governo guidato da Mario Draghi,  Ovviamente come tutti i martedì numerosi gli ospiti della puntata. Annunciati Paolo Del Debbio, Rita Dalla Chiesa e Vittorio Feltri. Naturalmente l'emergenza Covid resta il tema principale di Fuori dal Coro, considerato che l'Italia sta vivendo una delle fasi più delicate dall'inizio della pandemia.