Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, Pasqua in zona rossa. A messa con l'autocertificazione

  • a
  • a
  • a

Pasqua in lockdown in tutta Italia e per andare a messa servirà l'autocertificazione. Lo ha stabilito, come sappiamo, l'ultimo decreto approvato dal governo venerdì 12 marzo che ha corretto le misure in tutta Italia imponendo la zona rossa per il giorno di Pasqua nell'intero territorio nazionale. Dunque per gli italiani la festività  sarà in qualche modo blindata e per i fedeli ci sono delle regole da seguire per andare a messa. Bisognerà munirsi di autocertificazione e si potrà andare solo nella chiesa vicino casa. 

Il 3, 4 e 5, sabato domenica e lunedì di Pasqua l'Italia sarà un'unica zona rossa. In ogni caso le regole più restrittive per andare a messa sono in vigore anche nei territori che da lunedì 15 marzo sono in rosso. Per uscire di casa e andare a messa bisogna compilare l'autocertificazione e bisognerà scegliere il luogo di culto più vicino al luogo di residenza. Per il resto le regole sono sempre quelle che impongono l’ingresso dei fedeli in numero contingentato, l’obbligo di mascherina e la distanza di sicurezza. Niente scambio della pace ma un inchino guardandosi negli occhi.

Pe le funzioni di Pasqua la Cei ha inviato alla massima prudenza e al rispetto dell norme anti contagio coloro che intendono partecipare alle messe in presenza. Per gli over 80 è raccomandabile seguire le funzioni in streaming. Come lo scorso anno, quando durante il primo lockdown furono chiuse le chiese, le Diocesi italiane sono ormai organizzate per trasmettere le messe sui social e sul web.

 

"Le forze di polizia, i militari e le polizie locali, come sempre, faranno la loro parte per svolgere controlli capillari sul territorio. Ma un effettivo rispetto delle regole, che in questo contesto è finalizzato alla tutela della salute di tutti i cittadini, dipende soprattutto dai comportamenti individuali e dal senso civico che ci deve legare come comunità nazionale", ha dichiarato il ministro degli Interni Luciana Lamorgese in un'intervista a La Stampa nella quale ha parlato del piano dei controlli che sarà messo in piedi durante i giorni delle festività pasquali per far rispettare le misure del decreto.