Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vaccino, in Italia 500mila somministrazioni al giorno da aprile: le indiscrezioni sul nuovo piano

  • a
  • a
  • a

Stravolgere il piano di vaccinazione anti Covid in Italia ed arrivare alla somministrazione da 300 mila a 500 mila dosi al giorno a partire dal mese di aprile. L'obiettivo è quello di riuscire ed effettuare fino a 19 milioni di inoculazioni in ogni mese. La notizia trapela da fonti che stanno lavorando alla nuova strategia e che viene riportata dall'agenzia Ansa. Un livello simile di somministrazioni sarebbe possibile grazie all'arrivo del farmaco realizzato dalla Johnson & Johnson che è stato già approvato negli Stati Uniti e che nel giro delle prime due settimane del mese di marzo dovrebbe ottenere il via libera anche dall'agenzia europea e dall'Aifa, quella italiana.

Secondo gli accordi tra la casa farmaceutica e l'Ue, in Italia dovrebbero essere consegnati sette milioni e 300 mila dosi nel secondo trimestre del 2021, quindi a partire proprio dal mese di aprile. A dire il vero le prime fiale dovrebbero arrivare nel nostro Paese già nella parte finale del mese di marzo. Come Massimo Scaccabarozzi, presidente di Farmindustria, ha confermato a Lucia Annunziata durante Mezz'ora in più, entro il 2021 verranno consegnati all'Italia 27 milioni di dosi che non hanno bisogno di richiamo e quindi consentirebbero di vaccianare altrettanti cittadini.

Il siero studiato e realizzato dalla Johnson & Johnson, negli Stati Uniti ha già ottenuto il via libera dalla Food and Drug Administration (Fda) che ha anche autorizzato l'uso in emergenza del vaccino monodose. Negli Usa si tratta del terzo vaccino approvato, dopo quelli realizzati da Pfizer-Biontech e Moderna. La Johnson & Johnson si è impegnata a fornire agli Stati Uniti cento milioni di dosi del suo farmaco entro la fine del mese di giugno. Le altre aziende farmaceutiche, invece, dovrebbero cedere altre 600 milioni di dosi entro il mese di luglio. Gli Stati Uniti, dunque, avrebbero vaccini per tutta la popolazione.