Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vaccino, Scaccabarozzi: "In Italia 27 milioni di dosi Johnson & Johnson entro l'anno"

  • a
  • a
  • a

In Italia entro la fine dell'anno arriveranno 27 milioni di dosi di vaccino Johnson & Johnson. L'ha detto Massimo Scaccabarozzi, presidente di Farmindustria, e ceo di Janssen, intervenendo a Mezz'Ora in più, il programma condotto da Lucia Annunziata su Rai 3. Considerato che si tratta di un vaccino monodose, permetterebbe la somministrazione a 27 milioni di italiani.

Sui tempi Scaccabarozzi ha spiegato che "dipende molto dalle approvazioni e dalla produzione. Noi contiamo nel secondo trimestre di consegnare alcune dosi e il grosso arriverà poi nel terzo trimestre". Alla Annunziata che polemizzava contro il comparto farmaceutico ha spiegato che "il Covid è stato una novità per tutti e i vaccini sono stati scoperti a tempo di record. E questa è la storia bella da raccontare: siamo riusciti ad avere i vaccini in tempi che non prevedeva nessuno".

Poi ha parlato della possibilità di una produzione in Italia: "Non siamo in una vicenda che si risolve nei prossimi giorni o nei prossimi mesi - ha aggiunto - Ci vuole un po' di tempo, ma dobbiamo lavorare insieme. Noi come filiera, visto che siamo l'industria che produce il farmaco, ma ci dobbiamo preoccupare anche di chi produce i macchinari. Quinti tutti insieme ora dobbiamo capire se ci sono bireattori già costruiti. Non ci sono problemi di infialatori, ma dobbiamo parlare che le aziende che li hanno per capire se c'è la disponibilità a modificarli in maniera tale che possano garantire l'infialamento del vaccino anti Covid ma anche degli altri farmaci". E ancora: "C'è una cosa che pochi sanno. L'Italia è il primo Paese per produzione farmaceutica, ma anche il primo produttore conto terzi. La produzione controterzista nei farmaci è una prassi regolare". Perché l'Italia non ha i bioreattori che servono? "Ha quelli che bastavano per la domanda che c'era prima, ora la domanda è mondiale. I bioreattori sono sparsi per il mondo. Noi abbiamo fatto una ricerca con cento aziende di tutto il pianeta per cercare di individuare una collaborazione".