Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vaccino, Bertolaso: "Dopo gli over 80 occorre dare priorità a chi lavora"

  • a
  • a
  • a

Bisogna vaccinare soprattutto chi lavora. Lo sostiene Guido Bertolaso, ex capo della Protezione Civile, e ora impegnato in prima linea contro il Covid 19 in Lombardia ma non solo. Bertolaso è convinto che "fermo restando che medici, infermieri e Rsa devono essere vaccinati, ci sta anche che si facciano gli over 80. Ma poi non si può continuare a scendere seguendo la fascia anagrafica".

A suo avviso l'immunizzazione da quel momento in poi deve riguardare soprattutto chi lavora. Lo spiega in una intervista all'Eco di Bergamo in cui sostiene che "il Paese deve ripartire. Quindi sotto con chi lavora, chi sta in fabbrica, chi si muove, chi non ha potuto lavorare in questi mesi come bar e ristoranti". Bertolaso spiega inoltre come la Regione Lombardia si sta muovendo nell'ambito della scuola: "Abbiamo iniziato con gli insegnanti di Bollate. La prossima settimana amplieremo il fronte. Il problema - ha aggiunto - non sono solo i vaccini. Non è una coperta corta ma un fazzoletto".

Ma nonostante ciò, il suo messaggio ai lombardi rimane di ottimismo: "Ce la faremo". Relativamente alla campagna vaccinale potrebbe essere molto importante il farmaco studiato e realizzato dalla Johnson & Johnson. Gli Stati Uniti ne hanno autorizzato la diffusione e già dalla giornata di lunedì 1 marzo potrebbe iniziare la consegna negli Usa di milioni di dosi. Entro le prime due settimane del mese di marzo dovrebbe arrivare anche l'ok da parte dell'agenzia del farmaco dell'Unione Europea. Per la diffusione in Italia in quel momento mancherebbe soltanto l'Aifa. Stando alle previsione degli ultimi giorni, se i tempi saranno rispettati, entro il mese di marzo potrebbero arrivare nel nostro Paese cinque milioni di dosi. Tra le altre cose si tratta di un vaccino che non ha bisogno della somministrazione di richiamo e che stando agli studi è protettivo nel 72% dei casi.