Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, stretta a Pasqua: è scontro tra Salvini e Zingaretti

  • a
  • a
  • a

Stretta anti Covid a Pasqua, è scontro tra Matteo Salvini e Nicola Zingaretti sulle misure restrittive. Il botta e risposta tra i segretari dei due principali partiti italiani avviene a distanza e sui social network.

 

"La parola al buonsenso, i sindaci di tutta Italia e di tutti i colori politici chiedono di riavviare alcune attività economiche, sociali, imprenditoriali che non comportano nessun rischio, mi rifiuto quindi di pensare ad altre settimane o ad altri mesi addirittura di chiusura e di paura: se ci sono situazioni locali si intervenga a livello locale ma parlare già oggi di una Pasqua chiusi in casa non mi sembra rispettoso degli italiani", ha detto in tarda mattinata Matteo Salvini, parlando con i giornalisti fuori dal Senato insieme alla nuova squadra di viceministri e sottosegretari del Carroccio, commentando le nuove misure di contenimento del virus che si prospettano fino alle festività pasquali.

 

Poco dopo arriva la presa di distanza del segretario del Pd, Nicola Zingaretti, che su Facebook scrive: "Vedo che, sulla pandemia, Salvini purtroppo continua a sbagliare e rischia di portare fuori strada l’Italia. Prima sono state le mascherine, che erano inutili, ora, cavalcando la stanchezza di tutti, si attaccano le regole per la Pasqua. Quello che è irrispettoso per gli italiani e gli imprenditori è mettere a rischio le loro vite e prolungare all’infinito la pandemia e quindi la possibilità di avere la ripresa economica. Buon senso e coerenza è avere una linea indicata dal Governo e rispettarla. Così si sta in una maggioranza e si danno certezze alle persone. I problemi si risolvono, non si cavalcano". Una querelle che agita il governo all'indomani della nomina di sottosegretari e vice ministri e crea una cornice di "bracci di ferro" costanti tra i due maggiori azionisti dell'esecutivo di Mario Draghi. Una dinamica che rischia di caratterizzare fortemente questa seconda parte di legislatura.