Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, Salvini a Speranza: "Serve un cambio di passo. Nuovo dpcm annunciato una settimana prima"

  • a
  • a
  • a

Covid, Matteo Salvini invoca un "cambio di passo" da parte del ministro della salute, Roberto Speranza. Invitandolo anche a "non iniettare il virus della paura", anticipando che l'annuncio delle misure del nuovo Dpcm sarà fatto con una settimana di anticipo sulla sua entrata in vigore. "Da Speranza è chiaro che occorre un cambio di passo, di approccio. La tutela della salute sì, è sacrosanta, ma un riaffacciarsi alla vita, la luce in fondo al tunnel.. anche perché l’uso di psicofarmaci e ansiolitici è aumentato", ha detto il leader della Lega, alla conferenza stampa "Covid e lockdown, gli effetti collaterali sulla psiche dei bambini e dei giovani".

 

"Farò di tutto perchè ci siano segnali di ritorno alla vita, di riapertura, di consenso", ha detto Salvini. Che ha poi aggiunto: "Come tutte le malattie si può curare. Le varianti, spiegano gli esperti, sono più contagiose ma non più gravi. Si possono curare a casa". In vista del nuovo Dpcm del premier Mario Draghi, che sostituirà quello in scadenza il 5 marzo, il leader del Carroccio ha specificato come "si partirà una settimana prima, già questo è un segnale di cambiamento, si parte con una settimana di anticipo. Non si diranno cose il sabato sera per la domenica".

 

Poi Salvini ha parlato della paura e degli effetti dei lunghi mesi di lockdown sugli italiani: "Sono lombardo, dovrei essere nel panico. Mi dicono che i posti di terapia intensiva occupati a stamattina sono meno di un terzo. Questo non vuol dire che occorra abbassare la guardia, tutt’altro. In medio stat virtus, non va iniettato il virus della paura nelle menti di 60 milioni di persone. Lo vedo in casa mia, la bimba di 8 anni soffre, all’inizio era quasi un gioco, ma a 8 anni gliela spieghi, il figlio che ne fa 18 tra un mese ha perso un anno di vita, e non lo recupera, e la Didattica a distanza non è didattica, è un’altra roba. Per quanti anni i nostri figli e i nostri adolescenti si porteranno i danni delle chiusure e della paura?", ha concluso Salvini.