Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Matteo Salvini: "Italia zona arancione? Basta panico, chiusure circoscritte"

  • a
  • a
  • a

Matteo Salvini contro l'ipotesi di far diventare tutta l'Italia zona arancione. Il leader della Lega ha messo le cose in chiaro con un post su Facebook pubblicato nella mattinata del 20 febbraio. Nelle prime ore della giornata infatti è iniziata a circolare l'ipotesi di nuove restrizioni per contenere i contagi e, soprattutto, fermare la diffusione delle varianti. Alla vigili del vertice con le Regioni è filtrata la volontà del governo Draghi e in particolare del ministero della salute guidato da Roberto Speranza di dare una stretta.

Le uniche restrizioni che finora hanno dato risultati visibili, rallentando i contagi sono quelle della zona arancione o rossa. Dunque l'ipotesi sul tavolo sarebbe quella di mettere l'Italia in zona arancione per almeno un paio di settimane in modo. Anche le Regione, stando a quanto riportato dal Corriere della Sera, chiedono misure chiare piuttosto che le continue chiusure e riaperture.

Tuttavia, come detto, Salvini si è già detto contrario e la sua posizione, visto che ora la Lega è nella maggioranza che sostiene l'esecutivo, è destinata a pesare. "Zona arancione in tutta Italia? Basta con gli annunci, gli allarmi e le paure preventive che hanno caratterizzato gli ultimi mesi, se ci sono zone piú a rischio si intervenga in modo rapido e circoscritto, si acceleri sul piano vaccinale ma non si getti nel panico l’intero Paese". Un messaggio che appare indirizzato al ministro della Salute Roberto Speranza che già era stato criticato per lo stop alla riapertura delle piste da sci la scorsa settimana. 

"Il diritto alla salute viene prima di tutto e rispettiamo le indicazioni della comunità scientifica, non le anticipazioni a mezzo stampa di lockdown ingiustificati e generalizzati". conclude Salvini. Dunque la partita, che si sta aprendo in questi giorni, sul rinnovo delle misure per contenere i contagi appare in salita. Non sarà facile trovare un punto di sintesi.