Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, in Puglia didattica a distanza nelle scuole fino a 5 marzo

  • a
  • a
  • a

Torna la didattica a distanza in Puglia. La Regione da lunedì 22 febbraio sino al 5 marzo le scuole di ogni ordine e grado resteranno chiuse e le lezioni proseguiranno unicamente con didattica a distanza. Il provvedimento si è reso necessario per procedere velocemente alla vaccinazione del personale scolastico.

Con la nuova ordinanza regionale sulla scuola che sarà pubblicata a breve è stata eliminata l'opzione della frequenza in presenza a scelta. "Stiamo limitando al massimo la didattica in presenza per dare la possibilità a tutto il personale scolastico di vaccinarsi e ritornare a fare didattica in presenza più in sicurezza. Quindi stiamo parlando di portare la didattica digitale integrata (Ddi) al 100%". Lo ha spiegato l’assessore alla Salute della Regione Puglia, Pier Luigi Lopalco, a margine dell’avvio della campagna vaccinale degli operatori scolastici di Bari. L’ordinanza varrà fino al 5 marzo, quando ci sarà il nuovo Dpcm.

Per quanto riguarda le Regioni arriva un annuncio anche dalla Sardegna: "La vaccinazione di tutta la popolazione over 16 anni sarà completata entro il mese di agosto, le somministrazioni per gli over 80 (115mila persone) saranno a pieno regime dall’1 marzo per i nati fino al 1936 e dal 15 marzo per i nati dal 1937 al 1941". Lo prevede il Programma operativo di vaccinazione anti Covid 19 predisposto dall’assessorato della Sanità della Regione, e che comprende il cronoprogramma delle inoculazioni organizzato con cadenza mensile distribuendo la popolazione per categorie e fasce di priorità. I punti vaccinali saranno fissi e temporanei, riservando questi ultimi prevalentemente alla fase 4.

Oggi, 20 febbraio, è in programma il confronto  tra il governo e le Regioni per decidere le misure da adottare per cercare di contenere i contagi e la diffusione delle varianti. Sta prendendo corpo l'ipotesi di rendere zona arancione tutta Italia per almeno un paio di settimane.