Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, zona arancione in tutta Italia. Parte la trattativa tra Governo e Regioni

  • a
  • a
  • a

Tutta Italia in zona arancione per due settimane. E' l'ipotesi alla quale sta lavorando il governo anticipata dal Corriere della Sera. Oggi, 20 febbraio, è in programma il vertice con le Regioni. Sarà l'occasione per il governo Draghi si illustrare le strategie per contrastare la diffusione del virus e per fermare le varianti che preoccupano sempre di più. In vista c'è una scadenza chiave: il 25 febbraio quando scade la proroga del divieto di spostamento tra Regioni.

Le Regioni stanno studiando un documento da sottoporre all'esecutivo per evitare la "confusione"  di continue aperture e chiusure. L'ipotesi che piace di più al ministro della salute Roberto Speranza, fa sapere il quotidiano di via Solferino, è quella di mettere tutta l'Italia in zona arancione per qualche settimana in modo da rallentare i contagi. Un po' quello che era avvenuto durante le feste di Natale insomma. Il presidente della conferenza delle Regioni e governatore dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini ha convocato per le 17 di oggi i governatori. L’ordine del giorno recita: "Valutazione dell’attuale sistema di regole per la gestione e il contenimento della pandemia in vista dell’adozione del prossimo Dpcm".

Il governo vista la presenza in italia di tre varianti - inglese, brasiliana e sudafricana - difficilmente abbandonerà la linea del rigore. I governatori chiedono chiarezza, dunque sta prendendo corpo l'ipotesi di un'unico colore per tutta l'Italia che, dunque, non può che essere l'arancione. Solo con le restrizioni previste in questo tipo di zone, finora, si sono abbassati i contagi. Un altro dubbio che il governo dovrà risolvere è quello della forma. I provvedimenti anti Covid saranno presi attraverso il decreto del presidente del Consiglio, come era avvenuto finora con Conte, oppure ci sarà un decreto legge? Nella seconda ipotesi si lascia la porta aperta a un maggiore confronto con il parlamento e le regioni.