Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rocco Casalino a DiMartedì: "Sempre stato un outsider tra Grande Fratello e omosessualità: una tortura"

  • a
  • a
  • a

Tra gli ospiti di DiMartedì, il programma di La7 condotto da Giovanni Floris, anche Rocco Casalino. L'ex portavoce di Giuseppe Conte a Palazzo Chigi ha parlato dell'uscita del suo libro, intitolato, appunto, Il portavoce. "Nel mio libro racconto come sia stato sempre percepito come un outsider, tra la carriera al Grande Fratello e il mio percorso personale. Ho vissuto la discriminazione per la mia omosessualità, è sempre stata una tortura", ha spiegato.

 

 

"Da buon comunicatore ho trovato il talento di Conte - ha commentato -: una persona che ha messo al primo posto l'interesse nazionale e non personale, ci mette il cuore e va tra la gente, a Taranto per esempio". Casalino ha quindi rivendicato la scelta degli orari delle conferenze: "In pandemia la scelta di fare le conferenze stampa la sera è stata fatta per arrivare a tutti - ha dichiarato -, in orari di massimo ascolto".

 

 

Infine il bilancio del suo percorso nella vita pubblica del Paese: "Il filo conduttore della mia vita e carriera è la politica, per questo mi sono avvicinato al M5S: per essere vicino alle persone scegliendo valori come l'antimafia e anticorruzione. Sto cambiando, certo, come cambia il M5S e l'Italia", ha detto Casalino, il quale successivamente a Porta a porta, su Rai1, ospite di Bruno Vespa, non ha escluso una sua prossima candidatura.