Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Draghi in Cdm: "Governo ambientalista anche per creare lavoro. L'Italia va messa in sicurezza"

  • a
  • a
  • a

Mario Draghi ha presieduto oggi, sabato 13 febbraio, il suo primo consiglio dei ministri da premier. La seduta è iniziata intorno alle 14, dopo che tutti i ministri sono stati sottoposti a tampone antigenico rapido. "Il nostro sarà un governo ambientalista, qualsiasi cosa faremo, a partire dalla creazione di posti di lavoro, deve andare incontro alla sensibilità ambientale e non andare a gravare la situazione esistente", ha detto l'ex numero uno della Bce ai 23 membri del governo.

 

Draghi ha poi aggiunto che la "missione" del governo "è mettere in sicurezza l’Italia. I bisogni del Paese vengono prima degli interessi di parte", ha sottolineato rimarcando come "mi aspetto la massima collaborazione", perché per centrare l’obiettivo, bisogna andare "avanti uniti". La seduta è durata circa mezz'ora, poi i ministri hanno lasciato palazzo Chigi. In settimana la squadra di governo è attesa dal voto di fiducia delle due Camere: mercoledì in Senato e giovedì a palazzo Montecitorio. Stamani, dalle 12, si è svolta la tradizionale cerimonia del giuramento davanti al capo dello Stato, Sergio Mattarella, a cui ha fatto seguito il "passaggio della campanella" tra Draghi e il premier uscente, Giuseppe Conte.

 

Prima ancora, uscendo dal giuramento al Quirinale, alcuni giornalisti hanno avvicinato il neo ministro all'istruzione, Patrizio Bianchi, chiedendogli aggiornamenti sulle intenzioni dell'esecutivo riguardo la riapertura dello scuole. "E' a questo che stiamo lavorando", ha risposto il successore di Lucia Azzolina. Questo è uno dei temi più urgenti e scottanti dell'agenda politica del nuovo governo, soprattutto a fronte del fatto che a preoccupare sono le varianti del virus, che sono in grado di infettare con più aggressività anche i più giovani, che finora erano rimasti invece fuori dal flusso dei contagi. Il ritorno massivo nelle classi pone quindi nuove incognite per il governo che deve gestire questa nuova fase dell'epidemia iniziata ormai da quasi un anno.