Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

M5S, Morra saluta Di Battista e manda un segnale: "Ci rivedremo". Altro big dissidente con Grillo sul governo Draghi

  • a
  • a
  • a

Nicola Morra, esponente di spicco del Movimento 5 Stelle, ha voluto salutare su fb Alessandro Di Battista, il veterano che ha lasciato il movimento dopo il sì di Rousseau al governo Draghi. "È una foto del 2014. Spesso siamo stati in disaccordo, ma sempre gli ho riconosciuto una dedizione per il MoVimento come pochi. Ci rivedremo. Grazie Ale"; ha scritto Morra, anche lui considerato tra i dissidenti all'attuale linea pentastellata.

 

 

Intanto lo stesso Di Battista "incassa" l'endorsement (non si sa quanto apprezzato) da parte del leader di Forza Nuova, Roberto Fiore. "La prima tessera onoraria di Forza Nuova del 2021 va al buon Di Battista che ha saputo dire no all’ultimo trasformismo di Grillo. Bruxelles ed euro sono oggi gli assi portanti dell’ultima svolta grillina ed è positivo che vi sia chi dice no e poi ancora no", ha sottolineato.

 

 

"Tutti accettano il Recovery Fund - ha aggiunto - l’euro e la narrativa Covid 19 che ha portato, tra truffe e bugie, l’Italia ad uno stato di prostrazione ai poteri forti mai raggiunto", ha concluso FioreSull'addio ai 5 Stelle di Di Battista è intervenuto pure il capogruppo grillino alla Camera, Davide Crippa: "Se c’è chi chiede con forza il voto degli iscritti, il voto viene fatto e poi non si prende atto del voto per uscire credo questo possa essere un biglietto da visita non troppo gratificante. In ogni votazione democratica si devono accettare le conseguenze", ha dichiarato Crippa. "Ognuno deve fare le sue scelte, Di Battista è uno dei tanti attivisti che ha votato in rete, non ricoprendo ruoli, la sua è una scelta che può fare liberamente - ha spiegato Crippa -. Bisogna capire quanti colleghi siano non contenti del risultato del voto, a me sembra un numero strettamente esiguo alla Camera".