Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Porta a porta, Andrea Orlando sulla crisi di governo: "Renzi ha fatto un buco, Mattarella ha messo la toppa"

  • a
  • a
  • a

Andrea Orlando, ospite principale di Porta a Porta di oggi, mercoledì 10 febbraio, spara a zero su Matteo Renzi in relazione alla crisi di governo aperta a fine anno: "Io penso che Renzi abbia fatto il buco e la toppa l’abbia messa Mattarella. Dubito sapesse che andava a finire così. Io resto convinto che fare una crisi in piena pandemia non sia un’idea brillantissima", ha detto in studio da Bruno Vespa, nella trasmissione in onda in seconda serata su Rai 1.

 

"Noi abbiamo detto una cosa molta chiara a Draghi: valuti lei le persone che possano aiutarla meglio. Noi non daremo nomi secchi ma daremo la disponibilità del Pd a dare una mano", ha spiegato il vice segretario del Partito democratico. Che poi, in riferimento a un possibile ruolo di Nicola Zingaretti, ha detto: "Zingaretti ministro? Perché no, ce lo vedo". E sulla partecipazione della Lega al nascente esecutivo, Orlando è stato chiaro: "Io ero alle consultazioni e ho sentito come Draghi ha messo giù le cose, ha detto che è per un governo europeista, che spinga ulteriormente sul processo di integrazione e rivendichi anche scelte fin qui fatte dall’Europa", tutte cose che Matteo Salvini "ha sempre messo in discussione".

 

Orlando è scettico su quella che molti hanno definito una "giravolta" del leader della Lega: "Non basta dire ’Salvini ha cambiato idea e va bene così’. Io dico che servono attenzione e cautela su questa conversione... Noi a Draghi abbiamo detto che se si allarga di più perimetro, non mettiamo veti ma vanno precisati meglio i punti e chiariti meglio gli obiettivi e cronoprogramma sulle cose che vogliamo fare. Sta a Mario Draghi valutare la compatibilità delle posizioni politiche tra le forze che hanno recepito l’appello del capo dello Stato, Sergio Mattarella", ha concluso il numero due del Partito democratico.