Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Governo, Salvini e Berlusconi: "Sì a Draghi senza porre alcun veto"

  • a
  • a
  • a

Lungo e cordiale colloquio tra Matteo Salvini e Silvio Berlusconi a Villa Grande, la nuova residenza romana del presidente di Forza Italia. I due leader, a quanto si apprende, si sono confrontati sulla situazione politica e sui contenuti delle proposte che sono state presentate al presidente del Consiglio incaricato, Mario Draghi
Salvini e Berlusconi, spiegano fonti qualificate, hanno ribadito la ferma volontà di dare un contributo, con senso di responsabilità e senza porre alcun veto, per risollevare il Paese da una gravissima crisi sanitaria, economica e sociale. Le comunicazioni che subito dopo hanno dato i due leader, non lasciano spazio ad equivoci. Un sostegno senza veti di Lega e Forza Italia a favore di Draghi.

 

 

"Gli italiani hanno fretta. Hanno fame di salute, di lavoro, di scuola e di libertà. Non si può perdere altro tempo: noi rinnoviamo - come Lega e come centrodestra - la disponibilità a dar vita al nuovo governo che metta al centro la salute degli italiani, il taglio delle tasse, il taglio della burocrazia, un ritorno alla vita. Non poniamo veti e non diciamo No pregiudiziali. Responsabilità, velocità ed efficienza: noi ci siamo", ha detto  il leader della Lega Matteo Salvini al termine dell’incontro con Silvio Berlusconi. 

 

"Ho avuto un lungo cordiale colloquio con Matteo Salvini. Ci siamo confrontati sulla situazione politica e sui contenuti delle proposte che sono state presentate al Presidente del Consiglio incaricato Professor Mario Draghi. Ribadiamo la ferma volontà di dare un contributo, con senso di responsabilità e senza porre alcun veto, per risollevare il Paese da una gravissima crisi sanitaria, economica e sociale", scrive da parte sua su Facebook il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi. Una posizione comune che rafforza le indicazioni dei due partiti di centrodestra, già evidenziate in questi giorni di consultazione per la formazione del nuovo governo.