Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Governo, la settimana di Draghi: prima le consultazioni, poi al Colle forse già mercoledì

  • a
  • a
  • a

Settimana densa di appuntamenti per Mario Draghi. L'ex presidente della Bce non vuole perdere tempo e vuole chiudere quanto prima il percorso che lo porterà a formare un governo, portando così a termine il mandato affidatogli dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Salvo imprevisti o intoppi, ecco il cronoprogramma di questa settimana.

 

Dopo il weekend trascorso in Umbria, nella sua seconda casa a Città della Pieve, Draghi tornerà in mattinata nella capitale per il secondo giro di consultazioni. In queste ore il premier incaricato ha iniziato a mettere a punto programma e squadra di ministri, dopo il primo giro di consultazioni e in vista del nuovo round di confronto con i partiti, che si concluderà martedì. In agenda dovrebbe trovare posto anche l’incontro con le parti sociali. È probabile quindi che il premier incaricato salga nuovamente al Quirinale mercoledì per sciogliere la riserva e definire la lista dei ministri con il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, cui spetta il potere di nomina, su proposta del capo dell’esecutivo. Possibile che tutto avvenga nel pomeriggio, visto che in mattinata, alle 11, il Capo dello Stato parteciperà alla Camera alla celebrazione del Giorno del Ricordo.

 

Se il timing verrà rispettato, giovedì potrebbe essere la giornata del giuramento, ed entro la settimana, massimo all’inizio della prossima, dovrebbe arrivare la fiducia del Parlamento. Venerdì pomeriggio, invece, potrebbe esserci la prima uscita ufficiale di Draghi presidente del Consiglio, in occasione delle celebrazioni per l’anniversario dei Patti Lateranensi, in programma all’ambasciata italiana presso la Santa sede. Queste le tappe del terzo governo di questa legislatura che, salvo sorprese, includerà LeU, Iv, Pd, M5S, Forza Italia, Lega e altre formazioni minori di area centrista e di centrosinistra. Fuori, tra i maggiori partiti, solo Fratelli d'Italia di Giorgia Meloni. Ma non sono esclusi colpi di scena dell'ultima ora.