Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Draghi, prima giornata di consultazioni: il calendario degli incontri

  • a
  • a
  • a

La diretta delle consultazioni e le dichiarazioni dei vari gruppi

Ore 16 - "La delegazione di Azione, + Europa e Radicali italiani ha espresso il più ampio, convinto sostegno al tentativo che sta facendo il presidente Draghi, nell’auspicio per il Paese che questo tentativo riesca positivamente", ha affermato la senatrice di +Europa, Emma Bonino, al termine dell’incontro a Montecitorio con Draghi. Al suo fianco anche Carlo Calenda.

Ore 16.40 - Da Maie e Psi ok a Draghi. "Il presidente incaricato Draghi ci ha esaurientemente esposto la sua idea di operatività. Ambiente, scuola, sanità. Mi hanno colpito due elementi espressi dal presidente incaricato: spendere con saggezza gli aiuti che ci arrivano dall’Europa, quindi non deludere i partner europei che si sono fatti carico di quest’onere, e investire sul futuro", così il deputato Antonio Tasso, rappresentante della componente del Misto Maie-Psi alla Camera, dopo le consultazioni con Draghi.

Ore 17.15 - Da Centro Democratico sostegno a Draghi. "Abbiamo detto al presidente Draghi che non abbiamo condizioni da porre. Non vogliamo metterci nel ridicolo a parlare con Draghi di temi come l’Europa o delle responsabilità che il nostro Paese ha. Abbiamo la consapevolezza che ce la si può fare. Il Paese può andare verso svolta che darà tranquillità ai cittadini", così Bruno Tabacci di Cd al termine delle consultazioni, a cui ha partecipato insieme a Maie-Europeisti del Senato.

Ore 18 - Il gruppo delle minoranze linguistiche si dice "certo del successo di Draghi". "Abbiamo trovato un presidente molto attento ad ascoltare e informato sulle questioni territoriali che ci interessano da sempre", ha spiegato Manfred Schullian. "Condividiamo quanto ha esposto sul tema europeo e siamo contenti di aver trovato un interlocutore che la pensa come noi".

Ore 18.50 - Al termine dell'incontro con Idea, Cambiamo e Noi per l'Italia, Maurizio Lupi ha confermato l'ok a Draghi, aggiungendo che "è una figura di altissimo profilo e una grande opportunità per l'Italia". L'unico paletto richiesto è che "deve essere un esecutivo di discontinuità, non una fotocopia del precedente". Sulla stessa linea Giovanni Toti: "Ora un esecutivo con le migliori energie del Paese; serve coinvolgere anche le forze sociali e sia il più possibile allargato".

 

Il calendario degli incontri

Prima giornata di consultazioni con le delegazioni dei gruppi parlamentari per il premier incaricato, Mario Draghi. Saranno +Europa e Azione ad aprire alle 15.30 le 
consultazioni. A quanto si apprende la delegazione sarà composta da Bonino, Della Vedova, Calenda, Richetti. Seguiranno alle 16 Maie-Movimento associativo italiani all’estero -Psi, alle 16.30 Centro democratico-Italiani in Europa, alle 17 Europeisti-Maie-Cd del Senato, alle 17.30 Misto della Camera e minoranze linguistiche, alle 18 Noi con l’Italia-Usei-Cambiamo!-Alleanza di centro della Camera, e Idea e Cambiamo del Senato.

 

Domani, venerdì 5 febbraio, si inizia alle 11-11.30 con il Gruppo Per le autonomie (Svp - Patt, Uv) del Senato: ore 11.45-12.30 gruppo Liberi e Uguali della Camera e componente Liberi e Uguali del Gruppo Misto del Senato. Alle ore 12.45-13.45 i gruppi Italia Viva della Camera e Italia Viva-Psi del Senato. Alle ore 15-16 i gruppi di Fratelli d’Italia della Camera e del Senato, seguiti dai gruppi del Partito Democratico della Camera e del Senato. Dalle ore 17.30 alle 18.30 i gruppi Forza Italia - Berlusconi Presidente della Camera e Forza Italia- Berlusconi Presidente - Udc del Senato.

 

Sabato 6 febbraio, infine, dalle 11 alle 12 i gruppi Lega-Salvini Premier della Camera e Lega-Salvini Premier - Partito Sardo d’Azione del Senato, seguito infine a partire dalle ore 12.15-13.15 dai gruppi del Movimento 5 Stelle d Camera e Senato.