Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Governo, alle 12 Draghi al Quirinale per l'incarico. M5S annuncia il suo no

  • a
  • a
  • a

Alle ore 12 di oggi, mercoledì 3 febbraio, Mario Draghi salirà al Quirinale. E' stato convocato dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che gli vuole assegnare l'incarico di provare a formare un nuovo governo. Lo ha annunciato il Colle ieri sera, dopo un breve discorso del presidente della Repubblica che ha spiegato perché ritiene più opportuno provare a far insediare un nuovo governo di alto profilo, piuttosto che correre alle urne in un momento così complesso come quello che sta vivendo il Paese.

Il nome di Mario Draghi circolava già da diverse settimane, ma molti degli osservatori erano convinti che alla fine la maggioranza uscente avrebbe trovato un nuovo accordo e sostenuto un esecutivo Conte Ter. Così non è stato e subito dopo che il presidente della Camera, Roberto Fico, ha comunicato al capo dello Stato che non c'era la possibilità di un nuovo accordo politico, Mattarella ha parlato ufficialmente al Paese, spiegato che non è il caso di votare in questa fase e chiamato alla responsabilità i partiti. Qualche minuto più tardi ha fatto annunciare di aver convocato Maro Draghi per l'assegnazione dell'incarico.

Ora c'è da capire se Draghi riuscirà a trovare i voti per il sostegno ad un governo tecnico. Il Movimento 5 Stelle ha annunciato che non darà la fiducia ad un esecutivo del genere, ma il partito potrebbe spaccarsi perché in molti non sono intenzionati a tornare subito alle urne. Il Pd ha criticato di nuovo Matteo Renzi, ritenuto responsabile della caduta del governo, ma ha salutato positivamente la scelta di Draghi. Soddisfazione è stata espressa anche da Italia Viva, sensazione che si assapora anche nei quartieri generali di Forza Italia. Lega e Fratelli d'Italia avrebbero preferito l'immediato ritorno alle urne, ma valuteranno il programma e probabilmente anche la squadra. Il secondo tempo della partita sulla crisi di governo deve ancora iniziare. Alle 12 palla al centro.