Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Crisi governo, Zanettin (Forza Italia): "Una trattativa degna del Suq di Marrakech"

  • a
  • a
  • a

"Siamo finalmente arrivati a martedì e il mandato esplorativo a Fico si è concluso. Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, faccia immediatamente cessare questo mercato, degno del Suq di Marrakech, e non dell'Italia". Sono parole del deputato Pierantonio Zanettin, capogruppo di Forza Italia in commissione Giustizia a Montecitorio che critica duramente come i partiti del centrosinistra e il Movimento 5 Stelle stiano affrontando le trattative con l'obiettivo di trovare un accordo per dar vita ad un nuovo governo guidato dal premier Giuseppe Conte. "In piena pandemia - continua Zanettin - il Paese si espone al ridicolo internazionale". Critiche durissime.

Del resto la trattativa è ferma, come ha confermato lo stesso Matteo Renzi, leader di Italia Viva. Ha spiegato che mentre lui e il suo partito sono disponibili per la ricerca di un accordo, gli alleati non trattano su niente. Non c'è "alcun passo avanti".

 

 

Sul Mes e sulla prescrizione Renzi parla addirittura di "zero assoluto". Alle parole del capo di Italia Viva fanno immediatamente eco quelle di Andrea Orlando, vice segretario del Partito Democratico, secondo cui invece ci sono aperture sulla riforma penitenziaria, sulla modifica della prescrizione, sulle intercettazioni. In definitiva ha ragione Pierantonio Zanettin: sembra effettivamente di assistere ad una trattativa da mercato.