Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Crisi governo, Renzi dopo incontro con Fico: "Patto scritto per un nuovo governo politico. Conte? Non abbiamo parlato di nomi"

  • a
  • a
  • a

Si è concluso l'incontro tra la delegazione di Italia Viva e il presidente della Camera Roberto Fico che ha ricevuto dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella un incarico esplorativo per verificare se c'è una maggioranza possibile in parlamento per formare un governo. Un incontro cruciale visto che è stato proprio il partito di Renzi ad aprire la crisi di governo con il ritiro della sua delegazione dal governo giallorosso. All'uscita dall'incontro a Montecitorio Matteo Renzi ha riassunto quanto detto a Fico: "La scelta del presidente della Repubblica di dare un incarico esplorativo consente ciò che Italia Viva chiede di discutere sui contenuti. Renzi ha elencato una serie di priorità come la campagna vaccinale o l'emergenza per evitare nuove povertà. "Siamo pronti a fare la nostra parte su un documento scritto su chi fa cosa e quando che tolga gli alibi tutti. Preferiamo un governo politico rispetto ad uno istituzionale. Vogliamo un governo politico ma non a tutti i costi".  Per quanto riguarda il futuro di Conte, Renzi ha ripetuto che "prima viene la discussione sui contenuti". "Non abbiamo parlato di nomi con Fico", ha concluso.

Sul piano vaccinale Renzi ha lanciato una stoccata agli alleati: "Non servono interventi stravaganti sui vaccini, non servono 'primule', come non servivano i banchi a rotelle. Serve un investimento sanitario all'altezza". Per quanto riguarda la crisi ha continuato a ripetere che Iv vuole parlare di contenuti: "Non è un crisi che nasce dalle antipatie, ma dalle risposte ai cittadini. Siamo disposti a fare la nostra parte su un documento scritto. Non servono riunioni notturne fino all'alba o emendamenti di notte, ma un metodo condiviso e un documento scritto".

Rispetto al rapporto con gli alleati Renzi ha risposto a distanza Zingaretti che aveva parlato di lealtà tra le forze di maggioranza dopo l'incontro con Fico: "La Costituzione parla di disciplina e onore, oggi è comparsa un'altra parola, la lealtà: per noi la lealtà è dire nelle riunioni private quello che si dice in pubblico. Noi lo siamo, noi da mesi chiediamo di parlare di contenuti. Siamo pronti a lavorare con disciplina, onore e lealtà".