Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Toscana, il governatore Giani: "Rt sotto l'1. Pensiamo di rimanere zona gialla anche la prossima settimana"

  • a
  • a
  • a

Rimanere in zona gialla anche nella prossima settimana, quella da lunedì 1 febbraio a domenica 7. E' l'obiettivo che si pone Eugenio Giani, governatore della Toscana, alla luce dei dati relativi all'Rt, l'indice di contagio del Covid 19. A margine di una iniziativa a Firenze per la Giornata della memoria, mercoledì 27 gennaio, il presidente ha sottolineato che "la stima approssimata ci porta a dire che abbiamo un Rt da 0.90 a 1: sappiamo che 1 è il limite, se faccio un po' la media il nostro è 0.95, quindi abbiamo dati che ragionevolmente possono farci pensare di rimanere nella zona gialla anche la prossima settimana".

Un ottimismo moderato, così lo ha definito lo stesso Giani perché anche se "ancora non possiamo trarre conseguenze formali, i dati che sono il frutto dell'elaborazione dei numeri che avrà l'Istituto superiore di sanità, per creare i numeri che saranno esaminati dalla Cabina di regia nella giornata di venerdì a Roma, ci fanno ben sperare per i prossimi giorni".

Il governatore della Toscana ha parlato di quella che a suo avviso ormai è una "stabilizzazione" dei numeri del Covid 19 in regione, sottolineando che la scelta di riportare i ragazzi a scuola nelle secondarie superiori già l'11 gennaio, secondo lui non ha assolutamente influenzato l'andamento pandemico. Nell'ultimo bollettino ufficiale, quello del 27 gennaio, la Toscana ha ufficializzato altri 502 nuovi casi, lo 0.4% in più rispetto al giorno precedente. Stessa percentuale per l'aumento delle guarigioni, arrivate quasi a quota 120mila. Gli attualmente positivi sono 8.405, i ricoverati 779 di cui 103 in terapia intensiva. Dodici i nuovi decessi, quattro uomini e otto donne. L'età media delle vittime è 84.4 anni, mentre quella dei nuovi positivi è di 47. Il 17% ha meno di 20 anni, il 22% tra i 20 e i 39, il 30% tra i 40 e i 59. I positivi tra i 60 e i 79 anni sono il 18% e oltre gli 80 il 13%.