Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Crisi di governo, il senatore Luigi Vitali lascia Forza Italia e scegliere di sostenere Conte

  • a
  • a
  • a

Crisi di governo, il senatore Luigi Vitali lascia il gruppo parlamentare di Forza Italia e sceglie di sostenere il premier uscente, Giuseppe Conte. La notizia è stata comunicata in diretta sulla Maratona Mentana in onda su La7, riferendo la telefonata del senatore pugliese alla sua capogruppo, ormai ex, Anna Maria Bernini. Dopo i casi dei senatori Andrea Causin e Maria Rosaria Rossi, quindi, si aprono nuove crepe nella pattuglia di senatori di Silvio Berlusconi che, evidentemente, temono un ritorno alle urne e intendono provare a puntellare la maggioranza. "Cari colleghi, come doverosamente comunicato alla Presidente, ho preso la decisione di sostenere il professor Conte. Ho espresso sempre le mie perplessità sulla situazione attuale. È stato un onore aver lavorato con voi", ha reso noto Vitali in serata.

 

Le "fughe" dalle fila di Forza Italia e dagli altri gruppi parlamentari centristi del centrodestra hanno tenuto in allarme soprattutto Matteo Salvini in questi ultimi giorni, tanto che anche ieri pomeriggio il leader della Lega ha fatto un summit con tutti i membri della coalizione per "serrare i ranghi" e avere garanzie sulla tenuta dei numeri della coalizione. Perdere parlamentari, in modo particolare in Senato, pregiudica fortemente la possibilità che il presidente Mattarella possa dare mandato proprio a un esponente dell'attuale minoranza di provare a trovare i numeri in Parlamento; ipotesi possibile, ma al momento remota.

 

Al pari di un ritorno alle urne. In ogni caso è evidente come tra i centristi e gli esponenti di Forza Italia ci sia timore di un possibile ritorno alle urne, dal momento che con il taglio dei parlamentari, per molti di loro si riducono al lumicino le possibilità di essere rieletti. Motivo per il quale molti preferirebbero che l'attuale legislatura prosegua e si avvii alla sua naturale scadenza.