Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vaccini Covid in ritardo l'immunità di gregge rischia di slittare a fine anno

  • a
  • a
  • a

L'immunità di gregge rischia di slittare alla fine dell'anno a causa dei ritardi nelle consegne dei vaccini. Quelli della Pfizer e quelli annunciati da Astrazeneca. Il governo ha già parlato di azioni legali verso le due aziende, tuttavia i timing della vaccinazione in Italia, che prevedeva di raggiungere il 70% di persone messe al sicuro entro settembre è a rischio. Sono tre gli scenari delineati in un servizio del Corriere della Sera: il primo è che le aziende, magari dopo le diffide del governo, riescano a recuperare il gap accumulato. Il secondo scenario è che i tagli si fermino senza recupero con l'immunità che in questo caso slitterebbe solo di qualche settimana. Il terzo è quello che preoccupa di più: altri ritardi nei prossimi mesi con l'immunità di gregge che potrebbe slittare alla fine del 2020 e oltre. Il sottosegretario alla salute Sandra Zampa ha annunciato tuttavia che si cercherà di recuperare il tempo perso anche con 16-18 ore di somministrazioni al giorno.