Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Crisi governo, giornata decisiva per il premier Conte: oggi va al Senato alla ricerca dei "costruttori" per una nuova maggioranza

Marianna Castelli
  • a
  • a
  • a

Giornata decisiva per Giuseppe Conte e il suo governo. Il premier oggi, martedì 19 gennaio, si presenta al Senato alla ricerca dei voti dei parlamentari di Palazzo Madama per continuare l'esperienza alla guida dell'esecutivo. 161 è il numero dei consensi indicato, anche se per ottenere la fiducia è sufficiente raggiungere la maggioranza relativa dei presenti. Stando alle indiscrezioni che filtrano dagli ambienti politici, nella serata di ieri e nelle ore della notte, sono stati diversi gli uomini del presidente che hanno lavorato al dossier "costruttori", convincere cioè alcuni dei senatori che fino ad ora sono sempre stati contro l'esecutivo, a cambiare idea e votare a favore. Nella serata di ieri durante la Maratona Mentana su La7, nuove bordate sia di Renzi che di Salvini contro il premier. Il leader del Carroccio, in particolare, ha parlato di un vero e proprio avvilente mercato delle poltrone. Sembra comunque molto improbabile che Conte riesca ad ottenere i 161 voti che testimonierebbero la solidità di quella che sarebbe la sua terza maggioranza diversa in tre anni. Il Maie ha già annunciato che sosterrà Conte, l'Udc, invece, ha deciso di rimanere nel centrodestra.