Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Governo, Bonafede avverte: "Se cade Conte c'è solo il voto. Renzi? Evocare la crisi è da marziani"

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, ha parlato della situazione politica in Italia e sui venti di crisi che agitano il governo: "Toccare Conte è impensabile. E' lui che ha tenuto il Paese in una fase come quella della pandemia - ha spiegato in una intervista al Fatto Quotidiano -, e che ha condotto la trattativa in Ue sul Recovery. Ognuno ora dovrà assumersi le proprie responsabilità, evocare la crisi agli italiani pare una cosa da marziani".

 

 

Bonafede ha poi continuato: "Noi lavoriamo perché questo governo vada avanti, e per questo proponiamo anche un patto di legislatura per tutta la maggioranza - ha affermato -. Ma ciascuno nei prossimi giorni si assumerà le responsabilità delle proprie decisioni. E se fosse messo in discussione Conte a quel punto ci sarebbero solo le elezioni". Infine sull'eventualità dello strappo da parte di Renzi, il ministro della Giustizia ha risposto così: "Auspico davvero che prevalga la responsabilità, il lavoro da fare è ancora tanto. Dobbiamo proseguire con la campagna di vaccinazione, partita molto bene. Con 550mila vaccini fatti siamo i primi in Europa e dobbiamo continuare così. In tempi di emergenza - ha concluso - come si fa a parlare di crisi?".