Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Governo, De Falco: "Aperta la caccia ai responsabili: ecco chi mi ha cercato"

  • a
  • a
  • a

Con il governo in crisi si sarebbe aperta una "caccia" ai cosiddetti "responsabili". A confermarlo - dopo il presunto incarico offerto dal premier Conte al senatore Ugo Grassi - è un altro senatore, l'ex M5S Gregorio De Falco, che racconta tutto: "Ecco chi mi ha cercato". Il parlamentare ha raccontato all’Adnkronos di essere stato contattato da diversi esponenti politici per sondare la sua disponibilità ad appoggiare l'esecutivo giallorosso. "Chiedono sostanzialmente che io e gli altri si sostenga Conte. Io li metto davanti al fatto compiuto e dico loro che, per la verità, non ho neanche dato la fiducia alla legge di bilancio. Mi accorgo che c’è una certa sciatteria anche nella ricerca dei responsabili, non sono neanche capaci di far questo". "Quando cercano il voto - spiega l’ex capitano di fregata - io gli faccio presente che Conte è stato dapprima l’esponente di un governo di destra, adesso rappresenta un governo di sinistra. E ciò significa che Conte ha una variabilità tattica e opportunistica incompatibile con una visione di prospettiva per il Paese. Ci arrivano delle risorse, oltre 200 miliardi, che non possono essere sciupate con i bonus. Vanno investite con una prospettiva di almeno 10 anni". Da chi è stato contattato? "Mi hanno cercato i loro ’scout’ indiani... Se fossero stati intelligenti, la chiamata sarebbe partita, al limite, dal casino di caccia di Palazzo Chigi. Chi mi ha chiamato? Mi ha contattato la signora Lonardo, mi ha chiamato Saverio De Bonis per conto di Merlo...Ma se Conte vuole la mia fiducia personale deve chiamarmi lui. Ho parlato col premier poche volte, due o tre. E ogni volta sono rimasto deluso", racconta De Falco.