Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Conte, figlia e nipote di Aldo Moro sono per la sfiducia e firmano con la Meloni: "Italiani terrorizzati"

  • a
  • a
  • a

Doccia fredda per il premier Giuseppe Conte. Maria Fida, figlia maggiore di di Aldo Moro, ha pubblicato una lettera nella quale annuncia che sia lei che il figlio Luca hanno deciso di aderire alla raccolta firme lanciata da Giorgia Meloni per la mozione di sfiducia contro Giuseppe Conte.

Rispedire al mittente l’attuale governo” è l'obiettivo di Fratelli d’Italia, le cui ragioni sono state appoggiate anche dai discendenti di Aldo Moro. “Un’intera generazione di studenti - scrive la figlia - ha già perso oltre sette mesi di scuola e, se va tutto bene perderà un altro anno. L’economia del nostro paese è stata azzerata, bonus o non bonus. La gente è terrorizzata a causa della mancanza di informazioni chiare e precise. Siamo tutti agli arresti domiciliari, non sappiamo fino a quando. È stato eroso il potere sovrano del Parlamento e cancellati, come se fosse normale, i diritti inviolabili dell’uomo. Il governo faccia al meglio il proprio lavoro, cosa che finora non ha saputo fare, invece di tiranneggiare gli italiani”. Quindi ha ricordato che suo padre è stato ucciso in nome della libertà: “Dove sono gli uomini liberi? Venite a firmare o i morti di tutte le guerre saranno morti invano”.