Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Report, trattativa mafia servizi segreti per colpire Giovanni Falcone nel 1988 | Video

  • a
  • a
  • a

Giovanni Falcone era già finito nel mirino della mafia, con la complicità dei servizi segreti, nel 1988. E' quanto racconta il vecchio boss Francesco Di Carlo all'inviato di Report, che ha mandato in onda il servizio nella puntata di lunedì 4 gennaio. Poco dopo questa intervista video, il vecchio boss è morto di Covid. Non prima, però, di aver raccontato quale fosse il timore della mafia nei confronti di Falcone, ossia quello "di voler istituire la Dia, una sorte di Fbi americana", cosa che provocò una serie di tentativi di allontanare Falcone da Palermo. Con pressioni e contatti con alcuni uomini dei servizi segreti, tra cui Di Carlo indica Arnaldo La Barbera, allora capo della squadra mobile di Palermo.