Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Virginia Raggi, assolta dall'accusa di falso per nomina Marra: abbracci e applausi per il sindaco di Roma. I commenti

  • a
  • a
  • a

E' stata assolta perché il fatto non costituisce reato. Questa la sentenza che ha emesso la Corte d’Appello nei confronti del sindaco di Roma, Virginia 
Raggi
.

 

La sentenza scagiona dunque totalmente Raggi dall’accusa di falso per la nomina di Renato Marra, fratello dell’ex capo del personale del Campidoglio Raffaele, a capo del dipartimento turismo del Comune di Roma. La sentenza è stata accolta con un applauso e l’abbraccio tra la prima cittadina della capitale e gli avvocati.

 Quindi c'è stato un lungo abbraccio con il marito, Andrea Severini, poi con la segretaria particolare visibilmente commossa. Così Virginia Raggi ha accolto la sentenza di assoluzione in Corte d’Appello. Prima degli abbracci, un applauso era partito dai suoi sostenitori dopo la lettura del dispositivo, tra i quali i consiglieri comunali Paolo Ferrara e Giuliano Pacetti.

Virginia Raggi «è stata assolta. Finalmente. Una bellissima notizia che aspettavamo da tempo, che riporta giustizia in una vicenda ricca di attacchi ignobili e di spregevole fango mediatico», scrive su Facebook il vicepresidente dell’Europarlamento, Fabio Massimo Castaldo (M5s).