Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Dpcm, ipotesi stretta anti-contagio: divieto assembramenti davanti a bar e piazze

Incontro tra Conte e i capi delegazione a palazzo Chigi. Lo smart working dovrebbe essere implementato

  • a
  • a
  • a

Oltre tre ore di vertice a palazzo Chigi tra il premiere Giuseppe Conte e i capi delegazione per fare il punto nuovo Dpcm anti Coronavirus (quello attuale scade giovedì). Presenti il ministro Francesco Boccia e il sottosegretario Riccardo Fraccaro. L'ipotesi paventata - secondo quanto riporta Adnkronos - è una stretta alle misure anti contagio.

Considerata la continua ascesa di positivi, l'intenzione trapelata dall'incontro è quella di monitorare l'evolversi della situazione per, eventualmente, essere pronti a norme anti-movida come il divieto per gli assembramenti davanti a bar e ristoranti, così come in piazze e parchi. Inoltre, regole più stringenti per feste private e eventi (matrimoni) con un numero di ospiti proporzionato alla capienza delle sale. Lo smart working dovrebbe essere implementato.