Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Referendum, Sardine: "Se vince il sì ci sarà un problema democratico"

  • a
  • a
  • a

Referendum sul taglio dei parlamentari, per le Sardine se vincesse il "sì" ci sarebbe "un problema democratico". E' quanto riporta un lungo post sulla pagina facebook del movimento, in vista della consultazione del 20 e 21 settembre.

 

"Immaginiamo che un partito prenda il 20% alle elezioni. Immaginiamo che questo partito non riesca comunque ad eleggere nemmeno un rappresentante. Ci sarebbe o no un problema democratico? ’Sì, ma è fantascienza!"’, commenterebbe qualcuno. Eppure, se passasse il referendum del 20 e 21 Settembre diverrebbe pura (e triste) realtà: anche per questo voteremo NO!". "Per i più scettici proviamo a entrare nel merito e capire una questione molto complessa: le soglie implicite. Come funzionano? Con il taglio dei rappresentanti proposto, il numero di senatori diminuirà drasticamente. Essendoci meno posti a disposizione, servirà un risultato molto alto per poter far eleggere qualcuno (Soglie implicite, appunto). E questo risultato varierà da regione a regione". "In Liguria, per esempio, se passerà la riforma verranno eletti solamente 5 senatori. Di conseguenza, per poter eleggere un senatore bisognerà prendere a livello regionale almeno il 12,5%. In Basilicata, invece, i sentori eletti saranno 3 e qualsiasi partito che prenderà meno del 20% non potrà eleggerne nessuno".