Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Bonus Inps, furbetti in politica. Prima autodenuncia: "Non vivo di politica"

  • a
  • a
  • a

"I cinque deputati che hanno richiesto e preso il bonus Covid facciano un passo avanti. Si scusino. Rinuncino" afferma il presidente della Camera, Roberto Fico, in un colloquio con La Repubblica.

La caccia alle streghe per conoscere i nomi dei deputati - uno sarebbe anche conduttore televisivo - che hanno usufruito del bonus è cominciata ma, per il momento, a parte lo sdegno, tutte bocche cucite. Sono cinque i parlamentari accusati di aver fatto - legittimamente - richiesta all’Inps dei 600 euro messi a disposizione del Governo per contrastare gli effetti negativi della crisi innescata dal Coronavirus. Secondo la ricostruzione di La Repubblica, si tratterebbe di tre deputati della Lega, uno del Movimento 5 Stelle e uno di Italia viva. La vicenda riapre la "questione morale" dentro la politica. Intanto c'è la prima autodenuncia: "Sarei coinvolta nello scandalo dei furbetti del bonus e mi autodenuncio. Non vivo di politica perché non voglio e non potrei". Così Anita Pirovano, consigliera comunale a Milano per la lista di sinistra Milano Progressista, spiega in un post su Facebook la sua scelta di richiedere il bonus Inps dedicato ai liberi professionisti in difficoltà a causa dell’emergenza Coronavirus. Infatti secondo La Repubblica oltre ai cinque parlamentari, ci sarebbero anche circa duemila tra assessori regionali, consiglieri, sindaci e governatori ad averlo richiesto.