Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Carola Rackete: "Italia e Europa usano il Coronavirus come scusa per non far entrare i migranti"

  • a
  • a
  • a

Torna a dire la sua Carola Rackete, la capitana della nave Sea-Watch 3 che, un anno fa esatto, senza autorizzazione entrò nel porto di Lampedusa con 53 migranti salvati in un naufragio.  L'allora ministro degli Interni Matteo Salvini aveva rifiutato l'ingresso della nave in porto e durante più di due settimane di stallo la situazione a bordo era arrivata allo stremo. All'attracco in porto Rackete venne arrestata.

Rackete sembra avere il dente avvelenato con l'Italia che "nonostante sia al potere la nuova coalizione del governo italiano, nulla di fondamentale è cambiato all'interno dell'Ue e alle frontiere esterne dell'Ue. Se c'è stato un cambiamento, le cose sono peggiorate durante l'ultimo anno". L'Europa e l'Italia userebbero il Coronavirus come "scusa per abbandonare i diritti umani e per smettere di rispettare la legge del mare".